La pace a parole mie

I giovani descrivono la pace tramite citazioni, libri, film, canzoni, arte ed esperienze

ILARIA SALIS, 39 anni, insegnante di scuola elementare e attivista che dall'11 febbraio 2023 è detenuta a Budapest, in Ungheria, con l'accusa di lesioni aggravate verso manifestanti di estrema destra

Mi trovo tutto il tempo in una cella minuscola e senza aria, tra gli scarafaggi, il vitto scarso, senza possibilità di comunicare, trattata come una bestia al guinzaglio. Sono rimasta per cinque settimane senza ricevere il cambio lenzuola, non le cambieranno per altre tre o quattro. Per i primi tre mesi sono stata tormentata dalle punture delle cimici da letto. Oltre alle cimici, nelle celle e nei corridoi è pieno di scarafaggi. Nei corridoi esterni spesso si aggirano topi...

ILARIA SALIS, 39 anni, insegnante di scuola elementare e attivista che dall'11 febbraio 2023 è detenuta a Budapest, in Ungheria, con l'accusa di lesioni aggravate verso manifestanti di estrema destra


ILARIA SALIS, 39 anni, insegnante di scuola elementare e attivista che dall'11 febbraio 2023 è detenuta a Budapest, in Ungheria, con l'accusa di lesioni aggravate verso manifestanti di estrema destra

...Si trascorrono 23 ore su 24 in cella completamente chiusa. C'è una sola ora d'aria al giorno e la socialità non esiste. Tutte le mattine ci svegliamo alle 5.30. Ogni volta che dobbiamo sostare in corridoio dobbiamo stare rivolte verso il muro. Gli avvocati ungheresi dicono che non si può far niente perché per loro tutto ciò è assolutamente normale, ma so che in Italia non è per niente normale.

ILARIA SALIS, 39 anni, insegnante di scuola elementare e attivista che dall'11 febbraio 2023 è detenuta a Budapest, in Ungheria, con l'accusa di lesioni aggravate verso manifestanti di estrema destra

News 

L’Ue seppellisce la transizione green sotto una montagna di armamenti
Dal mondo

L’Ue seppellisce la transizione green sotto una montagna di armamenti

Futura D'Aprile su Editoriale Domani ci segnala come l'Unione europea sta aumentando gli investimenti nel settore bellico mentre mette da parte il green. Gli Stati come e dove stanno investendo? - La RASSEGNA STAMPA

No ai Cpr, no ai grandi centri, si alle persone
Accoglienza

No ai Cpr, no ai grandi centri, si alle persone

Ciac e Casa della Pace invitano alla mobilitazione per ribadire lo Stop ai Centri di Permanenza e Rimpatrio, ai campi “provvisori” come quello di Martorano e a tutti i grandi centri dove vengono segregati i migranti, anche in vista della…

Eventi

EUROPE FOR PEACE: cessate il fuoco in Palestina e Ucraina
Disarmo

EUROPE FOR PEACE: cessate il fuoco in Palestina e Ucraina

Nel secondo anniversario dello scoppio della guerra in Ucraina Parma si unisce alla mobilitazione nazionale promossa dalle coalizioni di Europe for Peace ed AssisiPaceGiusta, per chiedere il cessate il fuoco in Palestina e Ucraina. CGIL, CIAC, Casa della Pace, Libera, Emergency, Mediterranea, ARCI, ANPI provinciale e Comune di Parma, promuovono un presidio per fermare la follia delle guerre e commemorare i migranti morti nel Mediterraneo.

Palestina ieri, oggi e domani - replica
I Nostri Appuntamenti

Palestina ieri, oggi e domani - replica

Centro studi movimenti in collaborazione con Comunità palestinese di Parma ripropone l'evento seguitissimo per ripercorrere il percorso che ha portato all'attacco di Hamas del 7 ottobre 2023 e l'attuale situazione in Israele-Palestina.

APPROFONDIMENTI

Riflessioni, scambio di opinioni ed esperienze, interventi di autori ed esperti. Da leggere e condividere!

design komunica.it | cms korallo.it