Festival della Pace 2022

Logo Festival della Pace 2022

24 Ottobre - 2 Dicembre 2022

Nell’aprile del 2022 la Casa della pace di Parma aveva inviato a tutti i candidati a sindaco di Parma una proposta contenente impegni sulla pace, la nonviolenza e il disarmo che si chiedeva di sottoscrivere prima delle elezioni. La proposta era ulteriormente sostenuta da oltre quaranta associazioni di Parma. Il 6 maggio 2022 dieci candidati a sindaco firmarono il loro impegno, tra loro anche il sindaco Michele Guerra che poi è risultato eletto.


La realizzazione ad ogni anno di un Festival della pace era uno degli argomenti della proposta .
In questi giorni, in cui tanti avvertono l’urgente bisogno di pace, fratellanza, cura per il Pianeta, parte la prima edizione del Festival 2022 con il patrocinio del Comune di Parma.


IN QUESTA PAGINA TROVERAI NON SOLO IL PROGRAMMA, MA ANCHE FOTO, VIDEOREGISTRAZIONI, sintesi ed APPROFONDIMENTI DEGLI EVENTI REALIZZATI! 

SCARICA IL PROGRAMMA

SCARICA LA LOCANDINA



24 ottobre:

Convegno, "Le armi nucleari e di distruzione di massa sono incompatibili con la nostra Costituzione
Casa della pace, Università di Parma, Centro Universitario di Bioetica (UCB) e RUniPace - Rete Università italiane per la pace
Aula Magna – Palazzo Centrale, Via Università 12

APPROFONDIMENTO

Mostra tutti gli articoli Stai visualizzando tutti gli articoli della categoria Festival della Pace 2023
DESTINAZIONE PACE. Quindici voci contro la guerra
Festival della Pace 2023

DESTINAZIONE PACE. Quindici voci contro la guerra

Il libro "Destinazione pace" intende suggerire a uomini e donne, ragazzi e ragazze prospettive utili per agire attivamente come “costruttori di pace”, all’interno di un contesto dove appare più che mai urgente la necessità di una pratica…


Testimoniare la guerra
Festival della Pace 2023

Testimoniare la guerra

Quante sono le guerre nel mondo? Cosa vuol dire vivere la guerra e le conseguenze di un conflitto? Sei videointerviste di giovani rifugiati che sono state presentate ad una platea di 200 studenti


La pace in tempo di intelligenza artificiale
Festival della Pace 2023

La pace in tempo di intelligenza artificiale

"La rivoluzione digitale è entrata nelle nostre esistenze" Michele Zanzucchi ci porta alla scoperta dell'utilizzo delle nuove tecnologie al servizio della guerra, ma anche al servizio della pace. - La REGISTRAZIONE DELL'EVENTO


Restiamo Umani
Festival della Pace 2023

Restiamo Umani

Chiara Cruciati, giornalista e Edigia Beretta, mamma di Vittorio Arrigoni, attivista ucciso a Gaza, hanno fatto chiarezza su Israele-Palestina e sulla rabbia e disillusione della popolazione civile davanti a questo conflitto e davanti al…


«Assange e' il capro espiatorio per chi vuole attaccare il diritto di informazione»
Festival della Pace 2023

«Assange e' il capro espiatorio per chi vuole attaccare il diritto di informazione»

La prima giornata di Festival della Pace si è aperta con due conferenze per sostenere la liberazione di Julian Assange, perseguitato da vari stati per il suo lavoro di giornalista d'inchiesta. Presenti come relatori Riccardo Noury, portavoce di…


Festival della Pace 2023
Festival della Pace 2023

Festival della Pace 2023

Casa della Pace e Comune di Parma, con la collaborazione di Rete Italiana Pace e Disarmo, hanno presentato ieri in una conferenza stampa la seconda edizione del Festival della Pace. Dal 9 ottobre al 7 dicembre. Venti appuntamenti per affermare e…


26 e 29 ottobre:

MostraUn volto di pace per il Myanmar: ritratti di Aung San Suu Kyi
Associazione per l’Amicizia Italia Birmania “Giuseppe Malpeli”
Aula Magna - Liceo Artistico “Paolo Toschi”, Viale Toschi 1, dalle ore 8.00 alle 13.00

Saranno esposti i ritratti di Aung San Suu Kyi, leader birmana, cittadina onoraria di Parma, attualmente detenuta in isolamento in carcere a seguito del colpo di stato del 1° febbraio 2021, realizzati dagli studenti e dalle studentesse della classe IV A arti figurative.

28 ottobre:

Incontro "Costruire la pace con la propria vita".
Aula Magna - Liceo Artistico “Paolo Toschi”, Viale Toschi 1, ore 9.00

Un incontro di approfondimento e testimonianze di resistenza civile (CDM) e collaborazione di diplomazia civile italiana in Myanmar e in Italia, con Albertina Soliani, già Presidente dell’Associazione Parlamentare Amici della Birmania; Linn Su, birmana, medico; Andrea Castronovo, laureato in Politiche per la Cooperazione Internazionale allo Sviluppo presso l’Università Cattolica di Milano e membro dell’Associazione per l’Amicizia Italia Birmania Giuseppe Malpeli, in collegamento online dal confine tra Myanmar e Thailandia. Coordina Sara Avanzini, esperta in diritti dei minori, segretaria dell’Associazione per l’Amicizia Italia Birmania Giuseppe Malpeli.


27 ottobre:

Disarmiamoci! Il nome del Dio in cui crediamo è pace!
Consiglio delle Chiese cristiane (Chiese avventista, cattolica, metodista, ortodosse) e Comunità islamica di Parma e provincia
Centro islamico di Parma, via Pietro Campanini 6, quartiere artigianale di via Venezia, ore 20.30

«La guerra ha spesso venature religiose, ma il nome autentico di Dio è pace. Se vogliamo dire Dio dobbiamo dire pace. L’unica via che, attraverso il dialogo, ci conduce a Dio è quella della pace». Prende spunto dall’Appello della XXI Giornata ecumenica del dialogo cristiano-islamico l’evento che si terrà giovedì 27 ottobre.  Don Renato Sacco, coordinatore nazionale di Pax Christi Italia, e l’imam Kamel Layachi, della Comunità islamica del Veneto, interverranno sui temi dell’Appello della XXI Giornata che ha per titolo “Disarmiamoci! Il nome del Dio in cui crediamo è pace!”.

4 novembre:

Serata in musica “Musica ribelle. I movimenti per la pace attraverso la canzone
ANPI - Associazione Nazionale Partigiani d'Italia
Centro Giovani Federale, via XXIV Maggio 15, ore 17.30

Da Pietro Gori a Bob Dylan, a John Lennon, a De Andrè, a Francesco Guccini, a Francesco De Gregori...
Il cantautore Rocco Rosignoli proporrà al pubblico un excursus di canzoni contro la guerra, raccontandone le origini, i significati nascosti, le connessioni. L’evento musicale sarà accompagnato da letture di brani tematici.


8 novembre:

Presenza di Pace in zone di conflitto: l’esperienza di Operazione Colomba
Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII
San Francesco del Prato, Piazzale San Francesco 5, ore 20.30

Operazione Colomba nasce nel 1992 in seno alla Comunità Papa Giovanni XXIII dal desiderio di alcuni obiettori di coscienza di vivere concretamente la nonviolenza in zone di conflitto. I suoi volontari condividono la vita con chi è sotto assedio, nelle stesse condizioni di povertà e di pericolo che sono costretti a vivere i civili in guerra, per creare concreti spazi di riconciliazione e pace. Attualmente Operazione Colomba opera in diversi paesi, tra cui Libano, Colombia, Albania, Palestina e Ucraina.
L’incontro vuole raccontare, attraverso la testimonianza dei volontari del corso trentennale del progetto, che c’è una alternativa al sostegno militare e all’invio di armamenti come strumento di risoluzione dei conflitti e consiste nel creare opportunità di dialogo tra le popolazioni in guerra e combattere lo stereotipo del “nemico”. 

12 novembre:

Per una economia disarmata
Sguardi di fraternità, Azione cattolica, Gruppo Mission, Ass. Papa Giovanni XXIII, Gruppo Soci Banca Etica Parma, Consulta diocesana per la giustizia la pace e la salvaguardia del Creato
Palazzo del Governatore, Piazza Giuseppe Garibaldi 19, ore 15.30

Incontro con Carlo Cefaloni (Redattore della rivista «Città Nuova», autore e curatore di alcuni testi tra cui “Dossier Disarmo”) e Anna Fasano (Presidente di Banca Etica). Testimonianze del comitato del Territorio del Sulcis Iglesiente (Sardegna) che promuove un’economia di pace e riconversione per liberare il lavoro e la vita delle persone dal ricatto della produzione bellica, e dei portuali di Genova che si sono rifiutati di caricare armi destinate ai Paesi in guerra.

REGISTAZIONE INTEGRALE DELL'EVENTO

APPROFONDIMENTO

Coscienza e pace. Foto La Presse

Una coscienza nuova per un’economia disarmata

Cronaca e impressioni di un incontro promosso a Parma sulla questione dell'economia da disarmare nell'ambito del Festival della Pace organizzata da una rete diffusa e molto attiva della società civile con il patrocinio dell'amministrazione comunale. Gli interventi di Anna Fasano, presidente di Banca etica, e di Carlo Cefaloni, redattore di Città Nuova

di Anna Maria Carobella per cittànuova.it | 15 NOVEMBRE 2022


19 novembre:

"Per un’educazione alla pace e al disarmo. Incontro con Pasquale Pugliese
Libera Parma - Associazioni, nomi e numeri contro le mafie
Sala Conferenze Missionari Saveriani, viale San Martino 8, ore 16.30

Pasquale Pugliese è stato segretario nazionale del Movimento non Violento. Autore di libri come “Introduzione alla Filosofia della non violenza di Aldo Capitini” e “Disarmare il virus della violenza“, porterà all’incontro il tema della pedagogia della non violenza, della pace, contro la corsa agli armamenti, partendo dal presupposto che, se vogliamo la pace, dobbiamo prepararla e insegnarla.

APPROFONDIMENTI

Copertina Disarmare il virus della violenza

Disarmare il virus della violenza. Annotazioni per una fuoriuscita nonviolenta dall’epoca delle pandemie

"In queste pagine – che si propongono di essere una sorta di contro-narrazione di una fase drammatica della nostra sto­ria presente – non si va alla ricerca delle radici antropologiche della violenza, né se ne fa un trattato etico, impegni che meri­terebbero ben altro approfondimento. Qui si mettono a tema, fenomenologicamente, alcuni esempi di violenza culturale, nel linguaggio, nei media, nella narrazione pubblica della pande­mia, di violenza strutturale, a cominciare dalla contraddizione tra le minacce reali e le difese approntate, insieme all’empatia nei confronti delle vittime di entrambe le forme di violenza, a cominciare dai giovani a cui viene rubato il futuro. E si propon­gono alcune uscite di sicurezza dall’epoca delle molte “pande­mie”..."

Dalla Introduzione al libro, pubblicato in ANNOTAZIONI. PER LA NONVIOLENZA E IL DISARMO, MILITARE E CULTURALE: Blog personale di Pasquale Pugliese

Paquale Pugliese - AnnotAzioni


“Come uscirne?” A colloquio con Pasquale Pugliese

Intervista con Pasquale Pugliese di Pier Luigi Cavalchini per Città Futura online | 11 MARZO 2022


24 novembre:

Serata in musicaKurdistan, per un tempo di speranza
Rete Kurdistan Parma
Auditorium Toscanini, Via Cuneo 3, ore 18.00

Serata dedicata al popolo curdo per conoscerne la poesia, la musica, la cultura, i diritti, l’aspirazione alla democrazia e alla pace. Partecipano Hisam Allawi, poeta curdo, che leggerà le sue poesie in lingua originale accanto a Isabella Sommi che le leggerà in italiano; Mubin Dunen (musicista curdo turco) e il gruppo musicale Alma n'grrà.


25 novembre:

Presentazione del libro "Una persona alla volta" di Gino Strada e Simonetta Gola
Emergency
Conferenze Missionari Saveriani, viale San Martino 8, ore 18.30

Simonetta Gola (vedova di Gino Strada, coautrice) presenta il libro di Gino StradaUna persona alla volta”.
Partecipa il cardiologo concittadino Franco Masini in collegamento dall’ospedale Salam, di Emergency, in Khartoum e partecipa Marco Balestrazzi, giornalista.

APPROFONDIMENTI

Video Tv Parma


FESTIVAL DELLA PACE: SIMONETTA GOLA HA PRESENTATO IL LIBRO DI GINO STRADA

Servizio su Tv Parma di Mauro Balestrazzi | 26 NOVEMBRE 2022

Copertina Video Repubblica


Il messaggio di Gino Strada agli studenti di Parma nelle parole della moglie Simonetta Gola

Simonetta Gola, giornalista e vedova del medico e fondatore di Emergency Gino Strada, ha incontrato questa mattina all'auditorium Cocconi 150 studenti delle scuole superiori Romagnosi, Ulivi, Giordani, Melloni, Toschi e Bertolucci di Parma. La presentazione dell'ultimo libro di Gino Strada,Una persona alla volta, edito da Feltrinelli, diventa una lezione speciale per "combattere l'idea che la guerra sia uno strumento nei conflitti internazionali e capire come la salute sia un diritto fondamentale". Presente all'incontro anche il preside del liceo Romagnosi Pier Paolo Eramo.

Video Ari.Be per Parma Repubblica Video| 25 NOVEMBRE 2022


29 novembre:

Presentazione del libroIl paese delle armi: Falsi miti, zone grigie e lobby nell’Italia armata” di Giorgio Beretta
Casa della pace, Missione Oggi, Rete italiana pace e disarmo
Sala Conferenze dei Missionari Saveriani, viale San Martino 8, ore 18.00

Giorgio Beretta presenta il suo libro “Il paese delle armi: Falsi miti, zone grigie e lobby nell’Italia armata”, edito da Edizioni Altraeconomia, 2022. Partecipa Mario Menin, direttore di Missione Oggi. Modera la giornalista Laura Caffagnini.

REGISTAZIONE INTEGRALE DELL'EVENTO.


2 dicembre:

Seminario, Le frontiere uccidono. Costruire la pace attraverso rotte migratorie legali e sicure”
Casa della Pace, Unipr, CIAC, Escapes - Laboratorio di studi critici sulle migrazioni forzate,
Coordinamento La civiltà dell’accoglienza
Università di Parma, Aula Ferrari, via D’Azeglio 85

REGISTAZIONE INTEGRALE DELL'EVENTO. SESSIONE MATTINO

REGISTAZIONE INTEGRALE DELL'EVENTO. SESSIONE POMERIGGIO


15 dicembre:

"Liberare Julian Assange. Noi abbiamo il diritto a conoscere la verità"
Donne in nero Parma
Palazzo del Governatore, Piazza Garibaldi, ore 18.00

Incontro con Stefania Maurizi, la giornalista italiana che ha seguito in modo meticoloso la terribile vicenda di Julian Assange, autrice del libro “Il potere segreto. Perché vogliono distruggere Julian Assange e WikiLeaks”, testimone al processo in corso a Londra per l’estradizione di Assange negli Stati Uniti. Partecipa Gianluca Foglia“Fogliazza”.

REGISTAZIONE INTEGRALE DELL'EVENTO

APPROFONDIMENTO

Julian Assange

ANNULLARE LE ACCUSE CONTRO JULIAN ASSANGE

Julian Assange, giornalista, programmatore e attivista, noto per la sua collaborazione al sito WikiLeaks. Amnesty International ci illustra il suo caso, famoso a causa di un mandato di arresto coperto da segreto da parte delle autorità americane.

di Amnesty International | Aggiornamento al 17 GIUGNO 2022



PER INFORMAZIONI

casadellapaceparma@gmail.com

design komunica.it | cms korallo.it